L’azienda agricola di Domenico Errani in via Granaroli 8 a Bagnacavallo da alcuni giorni vive una viavai continuo di persone che arrivano con i loro mozziconi di sigarette e se ne vanno con la cassetta di frutta e verdura. Ma, sembra strano, c’è anche chi arriva per portarsi via le cicche…

Vi proponiamo allora alcune storie interessanti. Partiamo da Claudio Vecchi: “Eccomi qua da San Giovanni in Persiceto – ci racconta -. E’ una cosa bellissima riuscire a trasformare circa 8 kg di mozziconi in 100 kg di mele da donare in beneficenza. Oggi ritiro 50 kg di mele che verranno donate al Centro famiglia di San Giovanni in Persiceto. Tutto questo è stato reso possibile grazie all’azienda agricola ‘La Valle delle Albicocche’. Nei prossimi giorni passerò a ritirare gli altri 50 kg. Mi piacerebbe avere dei suggerimenti da parte vostra a chi destinarli. La mia idea nel caso ci fossero più suggerimenti sarebbe quella di un sorteggio e poi la consegna mi piacerebbe fosse fatta da chi ha dato il suggerimento. Potete contattarmi sulla pagina facebook. E’ veramente bello fare una cosa buona partendo da un pratica, come quella del fumo, così negativa per la salute.

 

C’è chi invece raccoglie le cicche solo per il piacere di tenere pulito la propria città. E’ il caso di una signora di Ravenna che setaccia il centro storico alla caccia delle famigerate cicche che poi porterà a Domenico. E come questa ci sono altre decine di storie di persone che si stanno muovendo.

Ma, dicevamo, non ci sono solo le consegne. Iniziano anche i ritiri. “Un contadino romagnolo ha deciso di donare 5kg di frutta per ogni 300 g di mozziconi consegnati. Lui si chiama Domenico Errani e gestisce la Valle delle Albicocche a Bagnacavallo, Ravenna. Bene, ho deciso di fare visita a questa bella persona. Ecco le foto che testimoniano il passaggio di consegna. Ora tutte le cicche recuperate sono nelle mie mani, e sono veramente tante!”. Diversi chilogrammi di mozziconi sono così finiti nelle mani di Matteo Zini, il suo progetto si chiama ScArTo che unisce l’amore per l’arte al rispetto dell’ambiente grazie all’impegno civile volontario. Ecco allora che tutte queste cicche diventerannio materiale per opere d’arte. Potete seguire l’evoluzione delle cicche sulla pagina facebook di Matteo.

Intanto sta pian piano venendo avanti un altro progetto, che vorrebbe trasformare il rifiuto in Biocarbone, tramite processo di Carbonizzazione idrotermale, un ottimo ammendante per terreno agricolo. Ma questa è una storia che vi racconteremo nel prossimo futuro.

Lascia un commento