Proprio qualche giorno prima delle festività pasquali avevamo scritto che tutto sommato il tempo non era stato inclemente come un anno fa. Abbiamo sbagliato, sarebbe stato meglio attendere ancora qualche settimana. Infatti proprio nei giorni pasquali un’ondata di freddo e gelo ha investito i nostri territori con temperature che di notte sono andate sotto zero.

Risultato? “Se un paio di settimane fa ero contento per aver notato che le gelate di marzo avevano lasciato sulla pianta più di quello che prevedevo, ora le tre notti del periodo di Pasqua ci hanno tolto quel di più che ci avrebbe permesso di giudicare tutto sommata buona la stagione della frutta – afferma Domenico Errani, titolare della Valle delle Albicocche -. Purtroppo invece siamo ancora qui a contare i danni con  la certezza di avere ancora una volta scarsità di prodotto.

Ciò che posso garantire sono le forniture per chi ha adottato una pianta e per chi fa gli ordini online, per il resto vedremo. Qualcosa poteremo nei mercati, ma per succhi e confetture non ci sarà quasi nulla. E credo che anche la stagione delle albicocche e delle pesche, che di solito arrivano ad agosto inoltrato, saranno più corte”.

 

Lascia un commento