Sono arrivati i marroni di Castel del Rio. Un prodotto che gode dell’Igp (Indicazione geografica protetta) e che si può gustare in mille modi. Vi proponiamo quello più classico, le famose caldarroste (i nostri vicini toscani le chiamato “bruciate”, il perchè è ovvio).

Preparazione: prendete i vostri marroni e praticate un taglio lungo alcuni centimetri sulla buccia per evitare che scoppino durante la cottura. Metteteli in ammollo per un paio d’ore. Quindi asciugatele e mettetele in una padella forata (meglio se tra il fornello e la padella vi è uno spargifiamma) e cuocere girandole regolarmente. Quando inizieranno ad aprirsi dalla parte del taglio e la buccia tenderà ad inscurire assaggiatele. A cottura ultimata avvolgetele in un panno leggermente umido, così si sbucceranno più facilmente.

In alternativa alla padella, potete cuocere i marroni al forno, preriscaldandolo a circa 250 gradi e tenetele per circa mezzora girandole periodicamente, anche in questo caso vale la regola dell’assaggio per verificare la cottura.

2 Commenti

  • Bortolotti Marco
    Pubblicato 8 October 2022 8:00 pm 0Likes

    Grazie per i consigli.
    Due domande: quando si mettono in freezer e si ha intenzione di farle arrostite, occorre comunque castrarle prima di congelarle? E poi, quando si vogliono arrostire, occorre prima farle scongelare e metterle nell’acqua per due ore? O si possono mettere direttamente in padella surgelate?
    Grazie
    Un saluto
    Marco

    • Valerio Zanotti
      Pubblicato 15 October 2022 10:39 am 0Likes

      Certo, se si vuole arrostirle occorre prima castrale e poi metterle in freezer. Per cuocere basta scaldare il forno o la padella e poi mettere direttamente i marroni ancora ghiacciati.
      Saluti

Lascia un commento